Non potete conoscere il significato della vostra vita finché non siete connessi al Potere che vi ha creato

 Shri Mataji Nirmala Devi

  • 5
  • 2
  • 4
  • 6
  • 7
  • 8
  • Ts

Iurban homepage 01

Corsi gratuiti di Meditazione a Trieste

   

Luogo  : via Tiziano Vecellio  1/b (zona Ospedale Maggiore).

Giorno : Giovedì

Orario : alle ore 18:30

Per info chiamare: Alessandro 373-5343072  

Email: info@sahajayogatrieste.it

 

MEDITIAMO TRIESTE

foto corsi FB

Un’esperienza di meditazione unica per tutti

Per informazioni chiamare: 373 5343072 Alessandro

Gli incontri di meditazione Sahaja Yoga organizzati in tutt’Italia sono completamente gratuiti e rivolti a tutti.  A Trieste, il corso si terrà ogni giovedì a partire dal 17 ottobre alle ore 18:30 in via Tiziano Vecellio  1/b (zona Ospedale Maggiore).

Visita la pagina Facebook https://www.facebook.com/MeditazioneSaluteTrieste/.

La finalità del corso è raggiungere uno stato di equilibrio, serenità e pace interiore. Sahaja Yoga è un metodo unico di meditazione basato su un’esperienza chiamata Realizzazione del Sé (il risveglio della Kundalini) che ogni essere umano può sperimentare. È inoltre un ottimo strumento per la conoscenza spirituale del proprio io interiore: “Non potete conoscere il significato della vostra vita finché non siete connessi al potere che vi ha creato” per usare le parole della fondatrice stessa, Shri Mataji Nirmala Devi.


Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /home2/sahajayo/public_html/plugins/content/phocagallery/phocagallery.php on line 52

Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /home2/sahajayo/public_html/plugins/content/phocagallery/phocagallery.php on line 54

Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /home2/sahajayo/public_html/plugins/content/phocagallery/phocagallery.php on line 56

Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /home2/sahajayo/public_html/plugins/content/phocagallery/phocagallery.php on line 64

Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /home2/sahajayo/public_html/plugins/content/phocagalleryslideshow/phocagalleryslideshow.php on line 37

Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /home2/sahajayo/public_html/plugins/content/phocagalleryslideshow/phocagalleryslideshow.php on line 38

Sahaja Yoga e Musica

Musica e Sahaja yogaL’effetto della meditazione è la percezione di vibrazioni, e il suono è vibrazione dell’aria dentro e fuori di noi. La musica fa vibrare ogni cellula del nostro corpo creando sintonie, onde di diversa lunghezza che “risuonano” in diverse zone del corpo come l’orlo di un bicchiere di cristallo al canto di un soprano: alcuni suoni si sentono con le orecchie, altri nel cervello, altri nello stomaco.

La musica è “magia”, è qualcosa di profondamente irrazionale che ci parla un linguaggio universale, che si lascia intuire più che spiegare, che può farci venire i brividi o coinvolgerci totalmente: per tutto questo è giustamente approfondita in India come strumento di contatto con l’Assoluto.

Si può meditare sulla musica, cioè guidando la propria attenzione alle note che scorrono e che sgorgano nell’improvvisazione tipica dei musicisti indiani: nel momento in cui la nostra vagabonda attenzione è colpita dalle note musicali, essa si rivolge all’interno e si entra nello stato di consapevolezza senza pensieri, nel quale la Kundalini si risveglia e sale al Sahasrara. La musica classica indiana pulisce i chakra: è sincera e dona sincerità, è creativa e dona creatività, fornisce una piena soddisfazione, è veicolo di gioia assoluta e profonda, sprigiona un’energia comunicativa che favorisce l’espressività. La musica libera la mente dai pensieri, la musica sgombra le nubi dei dubbi e ci conduce verso la Realizzazione del Sé.

Sappiamo bene che esistono musiche rilassanti che possono indurre il sonno, musiche eccitanti, musiche nevrotiche, musiche depresse, e così via. Ogni tipo di musica ha influenza sulle cellule del nostro corpo e sui nostri chakra, ma non tutta la musica fa bene ai chakra. Certamente conoscendo lo stato dei nostri chakra, potremo aiutarci con un po’ di musica opportuna, occidentale o orientale che sia. È però un fatto che in Occidente esiste uno scarso senso della misticità della musica, e sono pochi i compositori che hanno trasmesso nella loro musica una tensione esistenziale verso l’Assoluto, una Gioia assoluta, o una pace assoluta. Al contrario, la quasi totalità della musica classica indiana mira precisamente a questo: ecco perché è più probabile che essa sia maggiormente indicata per la meditazione.

Cerca nel sito

Prova subito a meditare


Vi proponiamo un semplice esercizio di meditazione che in pochi minuti, in modo semplice e spontaneo, potrà risvegliare la vostra energia.